Come scegliere l’acqua minerale per i neonati?

Molto spesso ci si chiede quale sia la migliore acqua per neonati, ma dare una risposta al quesito non è semplice, poiché ci sono molte variabili in gioco.

Facciamo chiarezza sulla questione e scopriamo quali sono i parametri che l’acqua per bambini perfetta deve rispettare.

Acqua ai neonati: sì o no?

Se allatti esclusivamente al seno, non avrai bisogno di dare acqua al tuo bambino in quanto il tuo latte gli fornisce tutto ciò di cui ha bisogno nei suoi primissimi mesi di vita, in quanto composto dall’88% di acqua.

L’acqua diventerà un elemento fondamentale nella sua alimentazione solo dopo l’inizio dello svezzamento!

Leggi anche: https://www.acquasantostefano.it/blog/quando-iniziare-a-dare-acqua-ai-neonati-e-quale-scegliere

Acqua per neonati per diluire latte in polvere: quale scegliere?

Qualora invece utilizzi il latte in polvere, è fondamentale impiegare un’acqua oligominerale specifica per bambini, che possa essere utilizzata in maniera sicura, anche senza bollirla, perché sottoposta a rigidi controlli per ricevere l’autorizzazione ministeriale che la rende adatta per la preparazione degli alimenti per lattanti.

L’acqua consigliata per diluire il latte in polvere deve inoltre possedere specifiche caratteristiche organolettiche, che permettano di apportare tutti i nutrienti contenuti nella giusta dose, senza andare ad aumentare il carico di quelli già presenti nel latte artificiale.

La presenza di sali minerali nel latte determina uno dei fattori cardini per la scelta da utilizzare nella preparazione. Il delicato sistema digestivo del tuo bambino non può infatti sopportare quantità eccessive di sali minerali. Ecco perché è fondamentale scegliere un’acqua poco mineralizzata, ossia a basso residuo fisso.

Quali caratteristiche deve avere l’acqua per neonati

La migliore acqua da somministrare ai bambini per la diluizione del latte in polvere, per la preparazione delle pappe e quando iniziano a bere, deve innanzitutto avere un residuo fisso molto basso, inferiore ai 500 mg/l e basse concentrazioni di minerali. Nello specifico l’acqua per i neonati deve avere meno di:

  • 10 mg/l di nitrati
  • 100 mg/l di calcio
  • 10 mg/l di sodio
  • 25 mg/l di cloro
  • 1,5 mg/l di fluoro

Inoltre, l’acqua non deve assolutamente contenere ammoniaca.

Acqua Santo Stefano per neonati

Acqua Santo Stefano è indicata per neonati e bambini e per la preparazione delle pappe, in quanto rispetta tutti i parametri elencati nei paragrafi precedenti, in quanto caratterizzata da un residuo fisso di soli 245 mg/l e contenendo una quantità di nitrati di soli 6,7 mg/l e 3,01 mg/l di sodio. Scopri tutte le caratteristiche.

L’Acqua Santo Stefano è disponibile anche imbottigliata in contenitori di vetro.

Ti potrebbe interessare: https://www.acquasantostefano.it/blog/il-tuo-bambino-beve-poca-acqua-trucchi-e-consigli-per-rimediare

articolo pubblicato da
Alfano Emanuele
Emanuele Alfano, Biologo Nutrizionista, appassionato di cucina e e sport. opero in provincia di Salerno e Napoli. Iscritto all'Ordine Nazionale dei Biologi da 14/04/2016 e praticante la libera professione come Biologo Nutrizionista dall'aprile del 2016. Laurea magistrale nel dicembre del 2014 con tesi in Fisiologia della Nutrizione presso il dipartimento di Fisiologia Università degli Studi di Napoli Federico II. Formazione continua con corsi di aggiornamento in Ambito Nutrizionale Promotore della dieta mediterranea, che è alla base del corretto stile di vita, mi piace valorizzare i prodotti del territorio.
Acqua&Benessere

5 regole per insegnare ai bambini a non sprecare l’acqua (e a rispettarla) 

leggi di più
Acqua&Benessere

Acqua ricca di calcio o povera di calcio: quale scegliere (e quando)? 

leggi di più
Acqua&Benessere

Bere acqua durante i pasti: sì o no?

leggi di più